ROSSO LEPANTO

Compagnia dell’Orsa

Liberamente tratto da “Scene da un’esecuzione” di Howard Barker.
Regia di Simona Gonnelli

con (in ordine di apparizione): Eleonora Giunti, Stefano Martelli, Gianna Mancini, Giuseppe Taras, Alessandra Bidini, Marina Morandi, Monica Tinti, Cristina Bigazzi, Irene Taras, Andrea Gallorini, Francesca Piani, Martina Taras, Olivia Crociani, Farida Poggesi, Marika Masselli, Serena Cappelli, Andrea Giunti, Cristiana Di Rubba, Ivan Drago Bevilacqua, Melissa Melani, Veronica Vannucci
e con: Alessandra Alessandri, Alessandro Morbidelli, Antonella Marchisio, Clara Civale, Cosimo Giuliani, Cristina Mannelli, Elena Brogi, Eleonora Bigazzi, Eleonora Reggioli, Emanuela Maggio, Estella Bigazzi, Filippo Cavezzali, Giona Di Rubba, Julie Augusta, Katia Ferretti, Luisa Masini, Martino Calcinai, Marianna Sorelli, Petra Martelli, Siria Martelli

Scenografia: Federico Materassi
Allestimento: Edilantares, Stefano Martelli, Compagnia dell’ Orsa
Oggetti di scena: Paolo Di Rosa, Giuseppe Taras, Gabriela Gonnelli, Alessandro Materassi, Serena Cappelli
Costumi: Paola Martini, Gabriella Nuti, Lucia Dominici, Elisabetta Gonnelli, Simona Gonnelli
Trucco e acconciature: Paola Martini, Lucia Dominici
Foto: Maria Grazia Lenzini
Manifesto: Igor Biddau
Promozione: Gianna Mancini, Martina Taras
Consulenza musicale: Federico Materassi, Bernardo Baldini, Gianna Mancini
Preparazione atletica: Stefano Di Martino-Wildarno Urban Dancers, Rachele Ermini
Disegno luci: Lucilla Baroni
Tecnico Audio e luci: Stefano Baldini
Produzione: Teatro Excelsior, Compagnia dell’Orsa
Aiuto regia: Lucia Dominici

È lontano il 1571. È lontana la battaglia di Lepanto tra la Repubblica di Venezia e l’Impero ottomano. Eppure la storia di quell’evento epocale si intreccia con il nostro presente attraverso la vicenda di una tela. Una grande tela che celebri la vittoria. Ma cosa c’è dietro una vittoria? Qual è il prezzo di sangue di ogni guerra? E quanto può un’opera d’arte farsi grido di dissenso e incitamento alla rivolta? Come possiamo opporci ai poteri che mistificano la violenza per affermare un principio? Lucrezia Sagredo, la pittrice protagonista di “Rosso Lepanto”, risponde realizzando un quadro che “dice la verità”. L’arte è per sua natura libera, non può sottostare a compromessi e convenienze e un’artista non può che essere fedele alla sua visione della realtà. “Rosso Lepanto” è una storia piena di personaggi, passioni, contrasti, ambizioni e tradimenti, è un affresco gigante in cui è ritratto anche ognuno di noi, perché negli scenari di guerra, sul campo o in posizione defilata, siamo tutti inclusi.

“Devo trovare un nuovo tipo di rosso per tutto quel sangue. Un rosso che abbia odore”

Prezzi: Intero 12€ / Ridotto 10€

April 5 @ 21:00
21:00 — 22:45 (1h 45′)